Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Massimiliano Ranuio

maggio 21 - giugno 2

Massimiliano Ranuio

Massimiliano Ranuio pone il corpo al centro della propria indagine fotografica, utilizzandone le forme, il rapporto tra le masse muscolari, i giochi di luci ed ombre che la fisicità propone ed impone per comporre immagini di grande potenza visiva. La storia che ci narra è anche quella degli oggetti che interagiscono col corpo e degli spazi che lo circondano, in cui abita: più che di situazioni si tratta però di composizioni, immagini che creano scene esteticamente molto curate e rimandano a processi quasi pittorici. In tal senso è possibile notare un’assonanza con le opere di Bill Viola, nello specifico con la sua capacità di creare immagini (nel caso dell’artista newyorkese in lento movimento, nel caso di Ranuio statiche) contemplative ed evocative, al limite del misticismo, particolare questo sottolineato anche da una certa ieraticità plastica del gesto. I corpi che possiamo osservare sono catturati in gesti di grande potenza evocativa e di rimandi di sensi, in composizioni in cui l’attimo rimanda ad altro, in cui i simboli affastellano stratificazioni di significati cui le immagini si accompagnano.

Aldo Torrebruno

 

Così definisce il proprio lavoro: “La macchina fotografica diventa l’occhio critico con il quale effettuare una vera e propria indagine sul sé, ed il suo linguaggio fotografico spesso si serve della realtà per andare oltre la realtà”. Nella sua fotografia, che egli stesso definisce “Compositiva”, cerca di occupare lo spazio minuziosamente, quasi come se si approcciasse ad una tela bianca. Si compone con lo studio e l’utilizzo delle luci, delle geometrie umane e dell’inserimento degli elementi accessori. Tutto questo trova il proprio naturale valore nel processo creativo che porta al momento del click, che fagocita il lato sensibile, inquieto, voluttuoso e sensuale del corpo, senza nasconderlo.

Nato in Calabria nel 1981, Massimiliano Ranuio vive e lavora a Milano. Concepisce la fotografia, non solo come strumento di scrittura per poter raccontare momenti, ma come un vero e proprio mezzo compositivo, quasi artigianale, al pari della scultura o della pittura. Il suo approccio alla realizzazione degli scatti è legato al religioso rispetto delle idee che arrivano come un dono, e possono palesarsi improvvisamente, legandosi a suoni ed a parole che veicolano il tutto verso un momento performativo.

 

 

LOCANDINA  HD
Wunderkammern effimere
Curatela | Anna Epis e Aldo Torrebruno
Presentazione | Aldo Torrebruno
Allestimento | Anna Epis e Lorenzo Argentino
Partners | microbo.net | Circuiti Dinamici Milano

Dettagli

Inizio:
maggio 21
Fine:
giugno 2
Categorie Evento:
,
Tag Evento:
, ,

Organizzatore

microLive
Sito web:
http://www.microbo.net/events/categoria/microlive

Luogo

microLive @Circuiti Dinamici Milano
via Giovanola 19/c - 21/c
Milano, 20142 Italia
+ Google Maps
Telefono:
Associazione Circuiti Dinamici cell. +39 339 7908472 | L'apertura dello spazio espositivo è a cura di Circuiti Dinamici | Orario estivo: giov-ven-sab h18-20, su appuntamento/Orario invernale: giov-ven-sab h17-19, su appuntamento | Ulteriori aperture straordinarie in concomitanza con presentazioni di libri, rappresentazioni teatrali e concerti. Note: Si ricorda che l’Associazione Circuiti Dinamici e il progetto microbo.net sono due realtà diverse; gli orari di apertura dello spazio espositivo sono gestiti esclusivamente da Circuiti Dinamici e invitiamo a telefonare prima di recarsi in mostra, per accertarsi di eventuali variazioni d'orario.