Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Mostra micro2 | Circuiti Dinamici Milano

14/12/2014 - 23/01/2015

MOSTRA PROROGATA FINO AL 23.1.2015!!!
microbo.net ringrazia Circuiti Dinamici ed in particolare Lorenzo Argentino, che ha deciso di prorogare la mostra nel suo spazio espositivo.

 

micro² | 14.12.2014-10.1.2015
Circuiti Dinamici Milano
Vernissage | Domenica 14.12 h 18.00
Via Giovanola 21/c Milano MM2 Abbiategrasso
La mostra rimarrà fino al 23.01.2015
orario | Dal 15.12 al 20.12  nei giorni di giov-ven-sab h 17-19 | Dal 21.12 al 6.1 solo su appuntamento | Dal 9.1 al 23.1 nei giorni di giov-ven-sab h 17-19 Ingresso libero

Catalogo in mostra

 

 

Anche la parte musicale della serata è stata all’insegna del “frammento”: il pianista/compositore Martino Vergnaghi ha eseguito brevi brani pianistici tratti dal suo ultimo album “The Many Colours Of Life” e letto alcuni sonetti di Giovanni Raboni – poeta che in poche righe é stato capace di parlare dei dettagli più minuti della vita, come del resto le opere presenti in mostra.

 

Dopo aver raggiunto quota 700 artisti, abbiamo deciso di chiudere la raccolta delle opere per micro2. Da un lato è naturale chiedersi per quale motivo abbiamo fatto questa scelta, considerando il grande interesse che l’iniziativa continua a suscitare. Dall’altro è più che mai necessaria una riflessione consuntiva sull’intera iniziativa, che è iniziata 4 anni fa e si è sviluppata attraverso oltre 10 mostre in vari spazi tra Milano ed hinterland.

Iniziamo a provare a rispondere alla prima domanda: quando lanciammo l’idea, volevamo capire se fosse possibile realizzare un interscambio osmotico tra mondo reale e virtuale: microbo.net aveva infatti creato un social network di artisti, i quali avevano l’occasione di mettere in mostra le proprie opere e di dialogare attraverso uno spazio ou-topico sulla rete. Ci piaceva vedere la community che cresceva e si confrontava costantemente e ci chiedevamo se saremmo riusciti a riportare questo dialogo nel mondo reale. Con micro2 questo progetto ha trovato piena realizzazione: oltre 700 artisti, ognuno rappresentato dal proprio 5×5 cm come da un avatar, sono entrati in un dialogo diretto, mediato solo dalle cornici in cui li abbiamo proposti. L’iniziativa ha continuato a crescere ed abbiamo avuto l’occasione di presentarla in molte sedi: tanti visitatori l’hanno potuta vedere dal vivo, un numero ancora maggiore ha potuto navigarla virtualmente. Ecco, ci sembra che sia giunto il tempo di chiudere questa esperienza, mentre l’interesse che suscita è ancora alto, in una fase ancora ascendente, prima che la sua parabola inizi la fisiologica discesa. Anche perché microbo.net è curioso e in continuo mutamento: desideriamo esplorare nuove iniziative e siamo sicuri che – come ci hanno già dimostrato – molti degli artisti della straordinaria comunità che ha creato ed animato micro2 – vogliano aiutarci a sviluppare nuove idee.

Che cosa abbiamo imparato da questa esperienza? Micro2 è un’iniziativa che in un certo senso ci ha restituito speranza: in un mondo, come quello dell’arte, in cui spesso la creatività è inquinata da logiche che di creativo hanno davvero poco, abbiamo riscoperto la genuina passione. Passione dei 700 e più artisti, che ci hanno donato le proprie opere (in molti casi, anche più di una, per sostenere il progetto!), ma anche passione dei responsabili degli spazi che ci hanno ospitato gratuitamente (galleristi, ma anche istituzioni pubbliche) dimostrando che è ancora possibile, entro certi limiti, scommettere su iniziative poco redditizie ma cariche di significato, passione di tutti i critici che hanno presentato l’iniziativa, proponendo ognuno la propria lettura di un mondo multiforme, colorato ed in continuo mutamento, passione infine di tutte le persone che sono venute a scoprire personalmente micro2 durante una delle mostre. Il successo dell’iniziativa è passato soprattutto attraverso chi ha visitato le mostre, si è incuriosito ed appassionato, ed ha pensato di proporla ad altri artisti, creando un interessante effetto di passa-parola, che ha portato all’incredibile numero di opere che possiamo vedere oggi.

Per concludere il percorso di micro2 assieme a circuiti dinamici, che ha creduto in questa iniziativa sin dal primo giorno, abbiamo realizzato un catalogo che è l’ideale punto fermo dell’iniziativa è che sarà disponibile in mostra, ma è già online pronto per essere sfogliato virtualmente (all’indirizzo http://issuu.com/microbo/docs/2014micro2). Nel frattempo, BersaglioExpo, la nuova iniziativa di microbo.net si va sempre più definendosi e verrà lanciata nei primi giorni di gennaio, anche attraverso un rinnovato sito web…restate sintonizzati: abbiamo bisogno dell’aiuto di tutti!
Staff – microbo.net

 [metaslider id=4673]

ARTISTI | 421Art, 48073, Cinzia A., Luigi A., Giuseppe Abbati, Luigi Abbattista, Nadia Aceto, Marcella Acone, Daniela Addante, Grazia Addante, Mariella Addis, Pablo Affore Lovino, Meral Ağar, Antonella Agnello, Emanuela Agrini, Mae, Soraia Aguirre Egido, Daniele Aimasso, Vincenzo Aino, Effetto Neve, Ilknur Akman, Domenica Alba, Andrea Albanese, Ramona Albanese, Serena Alessandria, Giosi Franca Alleva, Claudia Allievi, Ozan Alperden, Andrea Altkuckatz, Filippo Altomare, Lino Alviani, Diego Amadìo, Francesca Amati, Michele Amato, Mario Andolfi, Rosanna Andriollo, Vincenzo Angelino, Giovanni Annese, Rosario Annunziata, Anna Antola, Mirek Antoniewicz, Natasha Anzil, Rosângela Aparecida da Conceição, Federico Aprile, Giovanni Arena, Joar, Anna Argentino, Andreina Argiolas, Davide Arisi, Alice Arisu, Antonino Attinà, Giorgia Atzeni, Michel Aucoin, Rossella Avolio, Carlo B., Dario B., Elena B., Marco B., Riccardo Badalà, Martha Baggetta, Luca Baggio, Agnese Bagnardi, Marco Baj, Andrea Baldi, Stefano Baldinelli, Veronica Ban, Paolo Baraldi, Aka il baro, Alberto Barazzutti, Orazio Barbagallo, Patrizia Barnato, Sara Barone, Loretta Bartoli, Giovanni Bartolozzi, Giovanni Basile, Lucia Basile, Lia Battaglia, Erica Battello, Michele Battistella, Manuela Bausone, Mariano Bellarosa, Giuliana Bellini, Marisa Bellini, Ivano Belloni, Maria Chiara Belotti, Pietro Belotti, Carolina Benedetti, Angelo Bensi, Mariagrazia Benvenuti, Maria Berenato, Luisa Bergamini, Valentina Berna Berionni, Marina Berra, Moira Berzi, Valerio Betta, Claudio Bettolo, Paolo Bielli, Piera Bilotta, Luigi Biondi, Gaetano Blaiotta, Giovanni Blandino, Alessandro Bombardini, Giovanni Bonanno, Maurizio Bondesan, Enrico Bonetto, Riccardo Bonfadini, Francesca Bonfatti, Maria Elena Borsato, Elena Bottari, Silvia Braida, Daniela Bricchi, Stefano Bucciero, Elena Bugada, Gerardina Busillo, Elvira Butera, Gianfranco C., Ivano C., Maddalena C., Mirta Caccaro, Alfonso Caccavale, Marco Cacciatori, Luisa Caeroni, Lyuza, Valeria Cafagna, Angelo Calabria, ACA, Grazia Calabrò, Françoise Calcagno, Margherita Calzoni, Giuseppina Cammarano, Carlo Cammarota, Martina Campici, Lucilla Campioni, Matteo Cannata, Lucia Cannone, Franca Cantini, Sergio Canu, Angela Caporaso, Loretta Cappanera, Francesca Caraffini, Lamberto Caravita, Calogero Carbone, Giovanna Caricato, Rita Carioti, Antonio Claudio Luigi Caroli, Valentina Anna Carrera, Daniele Casaburi, Alice Casalini, Loriana Casati, Antonella Casazza, Carlotta Castelletti, Michela Cattalini, Cristina Cattaneo, Giada Cattaneo, Patrizia Cau, Giovanni Cavalleri, Manuel Ceci, Gianluca Centrone, Alessia Cervelli, Cristian Cf, Gaurav Chawla, Salvatore Chessari, The Dog, Matia Chincarini, Paolo Chirco, Rossella Chirico, Santina Chirulli, Agata Chiusano, Siebold Christa, Elena Cianchetta, Osvaldo Cibils, Nico Ciccolella, Gennaro Cilento, Mary Cinque, Maria Cinque, Lacinque, Aurora Ciocchetti, Giuseppe Cipollone, Marco Circhirillo, Meri Ciuchi, Valentino Ciusani, Guglielmo Clivati, Martina Codispoti, Mariagrazia Colasanto, Mariangela Colasanto, Stefania Colizzi, Carla Colombo, Gabry Cominale, Stella Asia Consonni, Vincenza Conte, Roberta Conti, Cristian Corti, Costarocosa, Giuliano Cotellessa, Simona Cotza, Chiara Crespi, Giada Crispiels, Laura Cristin, Ludovica Cupi, Michele Cutrano, Rosalba Cutrano, Alfredo D., Stefano D.S., Andrea D’Addario, Mirko Dadich, Maria Elena Danelli, Sabrina Danielli, Claudia D’Anna, Stefania D’Aries, Caterina Davinio, Maria Antonia De Angelis, Antonella De Blasi, Giorgio De Cesario, Valentina De Luca, Cristiana De Marchi, Alberto De Marinis, Alessandra De Nicola, Fabio De Santis, Giuseppe De Siati, Sonia De Toni, Graziano Debernardi, Diana Debord, Pasquale Del Gesso, Claudia Del Giudice, Anna Del Greco, Giovanna Del Magno, Cristina Del Rosso, Rosanna Della Valle, Daniele Delli Gatti, Daniela Dente, Orodè Deoro, Tiziana Di Bartolomeo, Claudia Di Carlo, Dario Di Franco, Mara Di Giammatteo, Maria Teresa Di Nardo, Patrizia Di Nola, Diana Di Pietrantonio, Ornella Di Scala, Raffaella Di Vaio, Salvatore D’Imperio, Ilaria Dolino, Sonia Dolio, Giovanna Dominici, Martina Donati, Sara Dorigo, Fausta Dossi, Silvia Dostal, Mauricio Duarte, Daniele Duranti, Elisabetta Ecca, Türkan Elçi, Anna Epis, Eva Escoms Estarlich, Maurizio Esposito, Peppe Esposito, Sabrina Esquerra, Cristina Ettori, Antonio Eusebio, Roberta Evangelista, Fabrizio Fabbroni, Serena Facchiano, Metello Faganelli, Silvia Faini, Catherine Faity, Antonino Falleti, Massimo Falsaci, Cinzia Fantozzi, Alessandro Fascini, Arianna Favaro, Silvy Favero, Carlo Federico, Debora Fella, Alessandro Fenu, Luigi Maria Feriozzi, Amedeo Fernandes, Saba Ferrari, Gaia Ferrario, Federica Ferzoco, Giuseppe Filardi, Saverio Filioli, Uranio, Giada Fioramonti, Stefano Fiore, Anna Follesa, Laura Fonsa, Roberto Fontana, Olivia Fortin, Maës Fred, Mariachiara Freddura, Nicoletta Frigerio, Alessandro Fronterre, Raymond Furlotte, Giuseppina G., Renato G., Stefania G., Stefano G., Laura Gaddi, Maria Gagliardi, Monia Gaiot, Saverio Galano, Marzia Galardini, Mariel Galarza, Luigi Galasso, Anna Gallo, Clara Gallo, Ludovica Gambaro, Alessandro Gambetti, Sergio Gandini, Ornella Garbin, Ana Maria Garcia, Gabriela Diana Gavrilas, Gianfranco Gentile, Sara Gentilini, Enrico Gerli, Laura Maddalena Gerosa, Mirella Gerosa, Martin Gerull, Veronica Ghidini, Franco Ghidotti, Simone Giacomoni, Tiziana Gianoglio, GICO, Fabrizio Gilardi, Concetta Gioia, Sergio Gioielli, Francesco Giraldi, Pino Giuffrida, Santo Giunta, Paola Giustini, Gjoke Gojani, Elisabetta Grassi, Giuseppina Gravina, Cristina Grazioli, Claudio Greco, Emanuele Greco, Giovanni Greco, Magdalena Gremm, Roberto Grilli, Fosco Grisendi, Massimo Grossi, Valentina Grotto, Anja Grubic, Omar Gualini, Luigi Guarino, Claudio Guasti, Giovanna Guerrisi, Antonella Guidi, Igor Gustini, Jan Haas, Dingo Babusch, Bode Hildegund, Fatma Ibrahimi, Marianna Ielapi, Öznur İleri Kepçe, Salvo Illuminato, Rosy Imbrogno, Vincenzo Ingrascì, Stefano Invernizzi, Fulvio Ioan, Silvia Iuliucci, Emma Considine Johnson, Andreja Jovic, Estela Jugovic, Aicha Kabba, Gülcan Kartal Bagat, Barbara Karwowska, Alfred Kedhi, Yordan Kisiov, Janis D Klein, Margot Knuepfer, Thomai Kontou, Maria L., Teresa La Femina, Marcello La Neve, Emanuela La Torre, Mauro Landoni, Francesco Lasalandra, Carmela Laurenza, Càsmen, Claudia Lauro, Claus, Federico Lelli, Angela Leopatri, Tiziana Leopizzi, Fabiana Li Vigni, Pino Lia, Lidia Licheri, Luca Lillo, Adrian Lis, Angelo Lo Torto, Angelo Lomuscio, Veronica Longo, Vincenzo Lopardo, Angelo Lopiano, Ursula A. Lopiano, Filippo Loro, Hi Jeff, Arianna Loscialpo, Veronica Lovati, Maria Grazia Lunghi, Denis M., Mario M., Monica M., Giovanna Madoi, Simona Maestrini, Simosimo, Ruggero Maggi, Gian Luca Maggiani, Nadia Magnabosco, Marilde Magni, Francesca Romana Mainieri, Valentina Majer, Silvia Majocchi, Orlando Maldonado, Debora Manca, Monica Mandelli, Rossella Manoni, Carla Manso, Ramona Mantegazza, Rita Mantuano, Marco Marcandalli, Melissa Marchetti, Federico Marcoaldi, Patrizio Maria, Patrizia Mariani, Massimiliano Marianni, Ylenia Marino, Valeria Mariotti, Calogero Marrali, Lory Marrancone, Michele Marrocu, Elisabetta Martinelli, Fabrizio Martinelli, Fulvio Martini, Paola Martini, Veronica Martinis, Lisa Massei, Claudia Mastrantonio, Cinzia Mastropaolo, Vincenzo Matarazzo, Laura Matiz, Mauro Mattarelli, Elvira Vera Mauri, Nadia Mazzei, Luigina Mazzocca, Mazzocca&Pony, Libera Mazzoleni, Gianni Mazzon, Alfredo Mazzotta, Italo Medda, Rafael Ignacio Mejía Sarmiento, Franco Meloni, Laura Menaballi, Valentina Mendicino, Andrea Meneghetti, Veronica Menna, Gianluca Merino, Marianna Merler, Anna Meroni, Roberto Messina, Nuria Metzli Montoya, Elena Miele, Gabi Minedi, Laura Miozzi, Ambra Mirabito, Ester Mistò, Fabrizio Molinario, Agnese Monaco, Maurizio Monaco, Carla Montalto, Maria Grazia Montano, Massimo Monteleone, Francesco Montesanti, Marta Montin, Patrizia Monzio Compagnoni, Cristina Mora, Marta Ester Morales de Gianaria, Davide Moretti, Laura Moretto, Tiziana Moretto, Arnaldo Moriconi, Manuele Moriconi, Mauro Moriconi, Ester Motta, Edoardo Mulas, Mulase, Alisa Mulina, Katia Muñoz, Noemi Mura, Laura Musumeci, Isabella N., Marianna Nadile, Diana Natalini, Laura Cristina Nicolae, Claudia Nordino, Simona Novacco, Elena Nutini, Camilla Nuzzoli, Milla, Domenico Olivero, Paolo Ollano, Szymon Oltarzewski, Edoardo Orlandini, Roberta Orlando, Simon Ostan Simone, Yıldız Özdamar, Daniele P., Roberta P., Cristiana Pacchiarotti, Valentina Paglia, Roberto Paglialunga, Yuri Palermo, Crea, Cristiano Pallara, Tecla Ramona Pallazzoli, Antonella Palombizio, Marilena Panelli, Francesco Panetta, Francesca Panzacchi, Linda Paoli, Silvia Papa, Ilaria Parente, Claudio Parentela, Francesca Parola, Luisella Pascolini, Anna Maria Pastore, Alessandra Pelizzari, Laura Peluffo, Roberto Persichini, Mari Jana Pervan, Davide Petraroli, Marianna Petronelli, Mar.gu, Carmen Pezone, Ilaria Pezone, Eleonora Picariello, Lucio Picca, Rudy Piccinni, Stefania Piccioni, Andrea Piccirilli, Claudia Piccolo, Anna Rita Pichierri, Alessia Piemonte, Giuseppina Pieragostini, Guido Pierandrei, Sara Pieri, Beatrice Pieroni, Lucio Pintaldi, Christopher Pisk, Giulia Pistolesi, Francesca Pittalà, Melissa Pitzalis, Elisabetta Pizzichetti, Carlo Poggio, Pontepolo, Silvia Porro, Roberta Pozzi, Antonella Prota Giurleo, Michele Puddu, Deja-vü, Rosa Puglisi, Rudy Pulcinelli, Eleonora Pullano, Sam Punzina, Gianpiero Puricella, Ranefritte, Marco Q., Stefano Quatrini, Davide Quercioli, Alessandro R., Valentina R., Virginia R., Diego Racconi, Loredana Raciti, Emanuela Maria Rago, Nanda Rago, Fabio Rama, Fiutorama, Giulia Ratti, Giuseppe Ravizzotti, JO, Stefania Recalcati, Enrico Redolfi, Eva Reguzzoni, Maria Grazia Renier, Elisa Rescaldani, Luce Resinanti, Ivana Režec, Erika Riehle, Alessandro Rietti, Angelo Riviello, Thomas Rivolta, Marco Rizzini, Caterina Rizzo, Vincenzo Rocchi, Andrea Roccioletti, Guadalupe Rodríguez, _guroga, Melissa Roedán, Gianluigi Roman, Massimo Romani, Adua Martina Rosarno, Giuseppe Rosarno, Luigina Rosati, Nadia Rosati, Irene Rosazza, Francesco Roselli, Jessica Rossetto, Cristina Rossi, Francesca Rossi, Valentina Rossi, Imerio Rovelli, Umberto Ruggieri, Rosa Maria Daria Russo, Sara Russo, Adamo S., Daniele S., Silvestro S., Giovanni Sacco, Rita Sacco, Alessandro Sala, Ilenia Salaris, Elena Salvadorini, Maria Cristina Sammarco, Victor Manuel Hernandez Sanchez, Elena Sanjust di Teulada, Sergio Sansevrino, Stefano Santillo, Elisa Santoro, Donatella Sarchini, Giuditta Sartori, Fabio Sassi, Antonio Sassu, Alba Savoi, Roberto Scala, Francesco Scapolatempore, Sir Skape, Egle Scerelli, Scegle, Renato Scesa, Debora Scuteri, Salvatore Sebaste, Vittorio Sedini, Samuela Segato, Francesca Sara Seghezzi, Susanne Seilkopf, Elena Sellerio, Ale Senso, Yun-Jung Seo, Gianfranco Sergio, Domenico Severino, Maria José-Mizé Silva, Masako Simmons, Fiorella Siniscalchi, Franco Sinisi, Masha Sirago, Maria Soldatova, Agata Ivana Sorgi, Pino Spadavecchia, Daniela Spagnuolo, AKA lirely, Celina Spelta, Silvana Spennati, Andrea Speziali, Fabiano Speziari, Boris Squarcio, Sara Stradi, Davide Stronba, Sonia Strukul, Angela Tacchetto, Rosa Maria Taffaro, Paola Elsa Tagliabue, Giulia Tamanini, Cinzia Tamassia, Meri Tancredi, Serena Tani, Mariacarla Taroni, Massimo Tartaglia, Teatro dei disincanti, Francesca Tomaselli, Mariella Torre, Aldo Torrebruno, Anna Torrebruno, Elda Torres, Roberta Toscano, Angela Trapani, Angelo Trenta, Carlo Trevisan, Trikkilla, Laura Troiano, Massimiliano Trotta, Barbara Truffi, Salvatore Tulipano, Hilal Tursoluk, Calogero Tuzzè, Giuseppe Vadalà, Anna Maria Valboa, Diego Valentinuzzi, Enrico Valeruz, Giuseppe Valia, Marta Valiani, Sonia Valsecchi, Gloria Vanni, Olga Vanoncini, Gianfranco Vasile, Emilio Vavarella, Elisa Vecchiato, Giuseppe Velardo, Pier Vergani, Rosanna Veronesi, Francesca Vezzani, Giuseppe Vidimari, Nadia Viganò, Claudia Vincenzi, Sebastiana Vitello, Francesca Rachele Vittozzi, Massimo Volponi, Petra Von Kazinyan, Renate Wandel, Barbara Wenter, Gaia Lucrezia Zaffarano, Alessandra Vittoria Zanchetta, Virginia Zanetti, Marcella Zardini, Ricardo Zeballos, Sasha Zelenkevich, Hannelore Zier, Fatima Zohra, Paola Zorzi, Rolando Zucchini, Elena Zuccollo.

 

Quando abbiamo iniziato ad immaginare micro², non avevamo la minima idea della possibile risposta che avremmo ricevuto dagli artisti. microbo.net è un progetto che vive sul web, attraverso la Rete e in un certo senso per il web: questo comporta anche assumersi alcuni rischi: gli artisti che fanno parte della community di microbo.net si sarebbero presi la briga di produrre un’opera rispettando il formato scelto e quello di inviarcela per posta? Saremmo riusciti a spostare l’entusiasmo che anima lo spazio virtuale in cui microbo.net si muove anche nello spazio fisico, reale?
Oggi, davanti agli oltre 700 lavori che è possibile ammirare in mostra, arrivati da ogni parte del mondo, possiamo gioire per la scommessa vinta. Possiamo affermare che micro² è davvero uno sguardo, un ampio colpo d’occhio sul contemporaneo: ci mostra tutta la straordinaria eterogeneità (che in questo caso è ricchezza!) del panorama che ci circonda. Ci affascina poter realizzare una mostra che mette in dialogo, attraverso ed all’interno delle varie cornici, opere disparate per provenienza geografica, tecniche, esperienze pregresse e teorie estetiche degli artisti che le hanno realizzate: micro2 sembra una mostra impossibile, ed invece esiste, in tutta la potenza del suo dire. Non c’è – ed è ovvio che non ci sia – il filtro del tempo a storicizzare queste opere, ad indicarci una direzione univoca verso cui il contemporaneo stia procedendo: si vede, al contrario, in questi 5×5 il brulicare creativo dell’arte, che esplora tutte le direzioni, senza soluzione di continuità.
E nel mondo di oggi, iconograficamente sempre più denso, che ci costringe a processare una moltitudine di immagini in pochissimo tempo, appare una sfida anche chiedere allo spettatore di osservare sì in un primo tempo il tutto a colpo d’occhio, come se fosse un foglio-mondo, ma poi di concentrarsi, di avvicinarsi (anche fisicamente) e di osservare con attenzione queste piccole opere, di tendere l’orecchio per ascoltare le voci che le opere si scambiano, di aguzzare la vista per vedere i sottili fili che legano i lavori e cogliere la loro pluralità di sensi. Questa pluralità non è un dire unico ed univoco: in micro² c’è posto per tutte le capacità di espressione: sta ora a noi osservare e trovare il senso, lasciandoci guidare dal nostro gusto personale, per scovare sia ciò che gli artisti vogliono comunicare, sia per proporre, attraverso il dialogo con le opere, veri e propri significati originali.
Anna Epis e Aldo Torrebruno

 

Complessità, consonanza e divergenza
È davvero difficile offrire una lettura organica di un oggetto complesso, così come è complicato descrivere ciò che al contempo crea la differenza e l’uniformità di un progetto che si compone, allo stato attuale, di settecento identità distinte, che cooperano per creare qualcosa di organico. Ciò che sembra essere più efficace è quanto si verifica mentre si visita fisicamente o virtualmente la mostra: ci si deve lasciare catturare e si deve lasciare che sia il nostro pensiero laterale a guidarci, attraverso associazioni di idee, forme, colori, tecniche realizzative che combiniamo, per assonanza o divergenza, spostandoci da un’opera all’altra, seguendo ognuno il proprio percorso, cercando ciò che ci assomiglia, che ci incuriosisce o ciò che sentiamo distante da noi, che ci atterrisce o disgusta. Del resto la complessità è proprio questo, la sensazione che per comprendere veramente abbiamo bisogno non solo di ciò che ci si conforma, ma anche di ciò che facciamo fatica ad accettare o differisce da noi.
Osservando queste opere in formato micro capita così di imbattersi in ogni genere di lavori, in una pluralità di temi, in una costante ricorsa e in incroci affascinanti. Ci saranno opere capaci di stupirci, altre che ci lasceranno perplessi, altre ancora che faremo fatica a comprendere o che ci appariranno scontate: in questo senso micro2 è un’operazione viva, capace di entrare in rapporto con ogni singolo osservatore, di trasmettere a ciascuno di noi un insieme di voci ognuna delle quali ci interroga e ci chiama a sé. A noi sta il compito di decidere se ascoltare queste voci, quante seguirne, quali indagare più approfonditamente e a quali riservare invece un’occhiata fugace, di immaginarci la ricerca condensata da ogni artista in 25 centimetri quadrati, nella certezza che l’esperienza sottesa a micro2 è diversa e al contempo simile per ciascuno di noi e proprio questa è la sua forza e la sua bellezza.
Aldo Torrebruno

 

Nel 2010, quattro anni fa, la visione delle opere di micro2, accostate le une alle altre, ricordava in maniera sorprendente un mosaico composto da tessere tutte diverse, o un caleidoscopio composto da frammenti di vetro colorati in grado di guadagnare nuovi aspetti a seconda della loro posizione.
È capitato però che nel corso del tempo queste piccole tessere siano proliferate, tanto da creare quasi una sorta di vertigine in chiunque vi dia per la prima volta uno sguardo.
Come affrontare allora l’insieme di queste opere, che sono micro solo nella dimensione e non sicuramente nella qualità, per non rischiare di perdersi? Forse, prima di esaminare le particolarità di ciascuna di esse, varrebbe la pena di cercare di capire come un artista – qualsiasi sia la sua tecnica espressiva – agisce di fronte alla piccola dimensione. Chiamati infatti ad arginare la propria creatività in un piccolo quadrato, come fosse un originale biglietto da visita, gli artisti hanno infatti agito essenzialmente in due modi: c’è chi ha cercato di condensare in esso tutto il proprio universo figurativo, facendo del quadratino una sorta di finestra verso altre dimensioni e altre storie, e c’è invece chi ha deciso di procedere per sintesi, per sottrazione, quasi che la minima dimensione fosse un invito anche a rendere scarno il proprio linguaggio espressivo.
Ci sono quindi prospettive dettagliatissime, piccole miniature realistiche, ma ci sono anche opere nelle quali anche un singolo segno è in grado di significare.
Non resta quindi ora che osservarle con calma, una a una, cercando di apprezzare le diverse strategie che ciascuno di questi artisti ha messo in campo per farci stare, in un piccolo quadrato, tutto sé stesso.
Lara Piffari

 

L’idea messa in atto da microbo è una sorta di alluminatura/astrazione dalla superficie bianca del supporto, di opere d’arte di piccolissimo formato, ovvero si astraggono i colori luminosi e vibranti, gli assemble di oggetti in miniatura, gli arditi collage, le ridotte figurazioni, i mini racconti e tanto altro, che risaltano dalla pagina vuota, in una rubricazione continua di un immaginario manoscritto, dove ogni miniatura ne è il capolettera.
L’incipit di un’idea personale di composizione che unita alle altre innumerevoli creazioni danno vita ad una nuova grafia dalla forte connotazione estetica, un codice di scrittura che sarà oggetto della futura paleografia.
Microbo opera come una scriptoria dell’arte che permette la trasmissione immediata del panorama artistico odierno.
Antonia Guglielmo

 

Microbo e la sua armonia infinita
E un giorno qualcuno di cui la storia non sa il nome ma seguita a percepire l’intuizione, capì che bisognava premere a secco su una pergamena un rigo, per distinguere in musica le note gravi da quelle acute, le cose chiare dalle scure.
Qualche secolo dopo quel rigo diventò un numero e una questione di linee e di spazi. Quel numero non a caso fu il 5: come i sensi, come le dita di una mano, come i continenti. Tutte cose fatte di linee, ma soprattutto degli spazi che racchiudono, con il loro universo di armonie da esplorare. Anche la potenzialità (la diremmo persino esponenziale) del numero 5 che afferma oggi Microbo è qualcosa di infinito: storie di creatività che si affiancano, si misurano le une con le altre e saranno diverse ogni volta, a seconda del modo in cui le si compone.
Come nella musica sono imprevedibili il mondo di linee, spazi, intervalli che racchiude il pentagramma e il coro dei suoni che vi sono segnati, allo stesso modo nulla si può percepire di Microbo, prima che Microbo e la sua gamma indeterminata di associazioni accadano davvero.
Questo è allora Microbo: un’infinita armonia di associazioni a partire da un numero: il 5.
Piergiorgio Pardo

 

 

micro2 Circuiti Dinamici

CURATELA | Anna Epis e Aldo Torrebruno
PRESENTAZIONE | Aldo Torrebruno e Martino Vergnaghi
ALLESTIMENTO | Anna Epis e Lorenzo Argentino
WEB&MULTIMEDIA | Anna Epis e Aldo Torrebruno
CATALOGO | Testi di: Anna Epis e Aldo Torrebruno, Antonia Guglielmo, Lara Piffari, Piergiorgio Pardo
EBOOK | Edizione 2010 http://issuu.com/microbo/docs/2010micro2 | Edizione 2014  http://issuu.com/microbo/docs/2014micro2
COMUNICAZIONE | Emanuela Caputo

 

Dettagli

Inizio:
14/12/2014
Fine:
23/01/2015
Categoria Evento:
Tag Evento:
,

Organizzatore

microbo.net

Luogo

Circuiti Dinamici
via Giovanola 21/c
Milano, 20142 Italia
+ Google Maps
Sito web:
https://www.youtube.com/user/circuitidinamici